3 Suggerimenti basilari per ottimizzare il tuo sito internet

Originariamente avevo scritto questo breve articolo di orientamento per alcuni clienti di semperseo.it che avevano bisogno di acquisire informazioni basilari riguardo l’ottimizzazione del loro sito internet con l’obiettivo di migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, ma poi ho pensato “Queste sono proprio le informazioni di cui ha bisogno chi inizia a chiedersi come migliorare la propria posizione su google! “. Quindi eccoci qui.

Di seguito tre suggerimenti sulle best practice SEO che riguardano l’ottimizzazione on-page.

1. Tag del titolo

Supponendo che tu abbia già fatto la ricerca per parole chiave, questo tag è uno dei più importanti fattori SEO on-page valutati dai MDR.
Il tag title indica ai motori di ricerca il significato della pagina e che la pagina del tuo sito web è rilevante per quella parola chiave o frase chiave. I tag del titolo dovrebbero essere unici per ogni pagina. Nei risultati di ricerca i motori evidenzieranno le frasi contenenti le parole chiave in riferimento alla ricerca dell’ utente che ha cercato tali termini.

L’ottimizzazione del titolo aumenta la visibilità e la percentuale di clic. Diciamo che stai cercando di classificare “Servizi Seo Livorno”, il tuo tag title potrebbe assomigliare a questo:

Servizi seo e marketing a Livorno – Semperseo.it

suggerimenti:

– Il tuo tag title dovrebbe essere scritto in questo modo:
Parola chiave primaria – Parola chiave secondaria – Marchio

– Utilizzare un trattino tra le frasi di parole chiave e una pipa alla fine prima del nome del marchio

– Evita i tag title duplicati

– Mantieni i tag del titolo di lunghezza pari o inferiore a 60 caratteri, inclusi gli spazi.

Esempio di tag title in un browser:

Esempio di un tag del titolo nei risultati del motore di ricerca:


2. Contenuti con frasi di parole chiave mirate

Il contenuto è la vera ciccia del tuo sito web. Con tutti gli aggiornamenti di Google Panda, è estremamente importante che i tuoi contenuti siano unici e pertinenti. Se hai più pagine con lo stesso contenuto (o se hai i tuoi contenuti su siti Web di altre persone), corri seriamente il rischio di essere penalizzato da Google, e inevitabilemnte le classifiche di ricerca ne risentiranno. Se vuoi mantenere Google felice, mantieni i tuoi contenuti unici.

Suggerimenti :

– Crea contenuti estremamente rilevanti per quella frase di parole chiave

– Usa la tua frase chiave 4 volte all’interno del tuo contenuto (ma non abusarne)

– Includi collegamenti da altre pagine del tuo sito web che rimandano a questa pagina (vedi linking interno)

– Crea contenuti unici per ogni mezzo (comunicati stampa, blog, post sul blog degli ospiti, etc etc). Se invii un comunicato stampa, non copiare e incollare il comunicato stampa sul tuo sito web. Se viene raccolto in più pubblicazioni, i motori di ricerca vedranno che hai contenuti duplicati e ti penalizzeranno per questo.

3. Meta descrizioni

Le descrizioni nei meta, sebbene non altrettanto importanti dei title nei ranking dei motori di ricerca, sono estremamente importanti per far sì che gli utenti facciano clic dalla pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP) per arrivare al tuo sito web. Le descrizioni di meta dovrebbero utilizzare le parole chiave usandole con saggezza, e soprattutto dovrebbero includere una descrizione convincente su cui un utente vorrebbe fare clic.

Proprio come i tag del titolo, i SERP evidenzieranno le parole chiave che l’utente ha cercato, aumentando la probabilità che l’utente faccia clic sul tuo sito web.

Suggerimenti:

– Scrivi meta descrizioni interessanti

– Da 300 ai 320 caratteri è la lunghezza raccomandata, aggiornata al 2018

– Evita le meta descrizioni duplicate

– Non utilizzare virgolette o caratteri non alfa (Google, li taglia fuori dalla descrizione meta)

Esempio di meta descrizioni nei risultati del motore di ricerca: